Colesterolo? No grazie!

Il colesterolo è una sostanza grassa che blocca le arterie ed impedisce al sangue di scorrere liberamente all’interno delle vene per raggiungere il cuore.

Esistono due tipi di colesterolo, LDL o colesterolo cattivo e HDL considerato il colesterolo buono.

Generalmente solo in piccola parte (circa il 24%) viene ingerito attraverso gli alimenti. La restante parte, circa il 76%, viene prodotto dall’organismo stesso.

In un organismo che funziona bene, circa l’80% del colesterolo prodotto viene espulso, viceversa si deposita aumentando i livelli e creando un problema molto diffuso tra la popolazione, il così detto “colesterolo alto”.

C’è qualcosa di concreto che si può fare prima di passare alla pastiglietta?

Il primo passo per tenere sotto controllo il livello e rendersi conto di cosa si mangia.

Il consiglio per una corretta consapevolezza è tenere un diario alimentare per dieci giorni. Bisognerebbe prendere nota di tutto quello che si ingerisce di solido e di liquido. Proprio tutto.

Quando si andrà a rileggere ci saranno sicuramente degli alimenti da mettere in panchina.

Ognuno conosce i propri punti deboli. Basta evitarli per un po’ o sostituirli con altri alimenti e verificare se i livelli scendono.

Ecco un elenco di cibi si e cibi no.

  Semaforo verde per:

Cibi integrali che grazie alle fibre contenute tengono lontani i picchi glicemici e riducono l’assorbimento del colesterolo. Ad esempio orzo e avena.

Frutta, verdura e legumi. Alimenti di origine vegetale.

Cibi ricchi di Omega 3. Ad esempio pesce azzurro.

Attività fisica di tutti i generi, l’importante che vi entusiasmi. Se la palestra non piace, lo sport all’aria aperta è una valida alternativa.

Riso rosso fermentato. Si tratta di un particolare riso che grazie all’azione del lievito, fermenta e abbassa i livelli di colesterolo.

Una tisana a base carciofo e tarassaco agiscono nel fegato eliminando i grassi in eccesso.

Le fragole. Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università Politecnica di Ancona ha evidenziato che le fragole aiutano a ridurre i livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi.

Perdere peso è un altro metodo efficace per tenere sotto controllo il colesterolo.

 Semaforo rosso per

grassi di origine animale, burro, insaccati, uova e latticini.

carboidrati complessi.

sedentarietà.

 

Il colesterolo alto è anche una questione genetica, infatti si eredita da entrambi i genitori, ed il problema potrebbe presentarsi anche in età molto giovane.