Il Reiki ed i suoi benefici

Woman Getting a Reiki treatment

Il Reiki è una pratica orientale giapponese, il suo nome è formato dai caratteri rei, traducibile come “spirito”, e ki, “forza vitale”. Oggi questa pratica è nota in tutto il mondo, ma la sua storia prende forma in Giappone alla fine dell’Ottocento.

I Benefici

Una seduta reiki è in grado di agire sulle difficoltà nel processo di rilassamento e stimola la connessione profonda con le proprie emozioni. Favorisce la distensione muscolare e può aiutare a combattere i problemi di insonnia, migliorando l’equilibrio delle funzioni del ciclo sonno-veglia. Quando lavoriamo sulla riduzione dello stress, generalmente accade che dolori cronici e malattie psicosomatiche diminuiscano: si alzano i livelli di energia e concentrazione, ci troviamo in una condizione di apertura che porta a riconsiderare i nostri blocchi. Come emerge dagli studi, uno stato di profondo rilassamento aiuta a rafforzare le difese immunitarie, stimolando la rigenerazione cellulare, il sistema linfatico ed endocrino.

Sii consapevole della tua forza

Alla base del reiki troviamo il Ki, un concetto comune a molte culture. Il Kì è forza vitale: l’energia che pervade il mondo naturale e gli esseri umani.

Come funziona il reiki?

Durante una seduta reiki le mani fungono da conduttore di calore. Chi riceve il trattamento, di solito invitato a sedersi o distendersi a terra a seconda dei casi, si apre a un contatto empatico in grado di generare un clima di fiducia e profonda calma. Le opinioni scientifiche sul reiki attualmente sono contrastanti: certamente esistono diversi punti punti di contatto con discipline come la bioenergetica, tuttavia ciò che può far riflettere è il semplice concetto, antichissimo, che il calore corporeo, prodotto naturalmente da ognuno di noi, può influire positivamente sullo sblocco e la liberazione delle emozioni, perché permette di entrare in relazione con il flusso delle nostre sensazioni a livello profondo.