Disintossicarsi durante la terapia antitumorale

I farmaci antitumorali sono ben differenti dai farmaci comuni per la loro tossicità.

Nessun farmaco antitumorale è così selettivo da colpire solo le cellule cancerogene. Purtroppo i danni anche a carico di altri organi sani sono quasi inevitabili.

Durate questo periodo di indebolimento generale dell’organismo si riducono i valori di vitamine ed antiossidanti, si abbassa il sistema immunitario e si accumulano le sostanze di “scarto” .

Ovviamente è evidente oltre che indispensabile sostenere il nostro organismo.

È possibile associare alle cure oncologiche sia integratori specifici che sostengano il sistema immunitario, sia specifici prodotti a base di principi attivi mirati a ridurre gli effetti negativi.

Il fegato ed i reni svolgono un ruolo chiave sia per assimilare gli alimenti, sia per de tossicare l’organismo ed eliminare i prodotti chimici e le tossine ecco perché dobbiamo aiutarli in questo loro compito importantissimo.

Esistono sostanze naturali su cui si sono concentrate approfondite ricerche che ne hanno dimostrato l’efficacia, quali ad esempio il tarassaco, il cardo mariano, il carciofo, il mirtillo l’anice il finocchio.

Il consiglio è quello di bere almeno 2 litri al giorno d’acqua ed aumentare il consumo di sali minerali che rappresentano la benzina per il sistema immunitario.