Come masticare per dimagrire

La prima digestione avviene in bocca…..Più mastichiamo il cibo e più facile e veloce sarà la nostra digestione così come l’assorbimento dei nutrienti.

L’ideale sarebbe masticare almeno 27 volte ogni pezzo di cibo inserito in bocca questa buona abitudine può essere ricordata più facilmente semplicemente posando la forchetta tra un boccone e l’altro.

Tecnicamente attraverso la masticazione il cibo diventa una poltiglia per arrivare nello stomaco ed infine mischiarsi con i succhi gastrici per favorirne  la digestione.

Successivamente arriverà nell’intestino, per l’effetto dei movimenti peristaltici, delle contrazioni muscolati, delle attività enzimatiche e della flora batterica.

Molto spesso si mangia con molta fretta e distrazione, guardando appunti di studio o di lavoro magari in piedi probabilmente senza masticare bene ed erroneamente pensando che mangiando velocemente si appaghi di più l’appetito. Così facendo il pasto sarà più difficile da digerire causando pesantezza,acidità,reflusso gastroesofageo, meteorismo e altri problemi fisici legati alla cattiva digestione. In più il cervello non registra quello che fa, ci si sazia di meno e si ha più fame durante la giornata.

Oltre il ritmo di vita quotidiana anche l’industria alimentare non ci aiuta, anzi ci propone alimenti super raffinati e trattati che non hanno bisogno di essere masticati molto. Per esempio una fettina di pane integrale richiede una masticazione prolungata ed energica mentre una brioches richiede una masticazione diversa.

Masticare lentamente è il primo segreto per limitare il senso di fame e per poter dimagrire o mantenere il proprio normopeso.

Mangiare con calma, nel piatto e assaporare il gusto di ogni boccone, permetterà al nostro organismo di appagarsi e di avere meno fame durante giornata.

Alcuni ricercatori della Birmingham University, affermano che concentrarsi in una masticazione lenta sia il segreto per dimagrire e ridurre il senso di fame nelle ore successive ai pasti principali.

Gli stessi hanno pubblicato sulla rivista scientifica Appetite un trattato di masticazione ideale che afferma che chi mastica a lungo e lentamente avrà un numero molto inferiore di impulsi legati al senso di fame durante la giornata perché il cervello ha ricordato e memorizzato il pasto per un tempo lungo, inviando di conseguenza, minori segnali di appetito nelle ore successive.

Quindi non abbiate fretta di terminare il vostro pasto…godetevi il piacere del cibo affinchè questo diventi il vostro primo alleato nella perdita e o mantenimento del peso forma.