Cicorino, l’insalata amara detox

Grazie a provitamina A, ferro vegetale, potassio il cicorino disintossica e migliora la circolazione sanguigna, donando un senso di benessere e di energia.

Energia, equilibrio e digestione. Grazie a provitamina A, ferro vegetale, potassio. Un mix equilibrato che rende il cicorino un potente strumento per migliorare la circolazione sanguigna, donando un senso di benessere e di energia. Queste sostanze fortificano i capillari più esterni ma migliorano anche la fluidità sanguigna e hanno un’azione diretta sul sistema linfatico.

Contiene diverse sostanze amare che oltre a conferire un saporito retrogusto, stimolano fegato e apparato digerente a eliminare le tossine e funzionare meglio.

Il cicorino è considerato una verdura digestiva perché le sostanze amare favoriscono lo svuotamento dello stomaco senza però alterare l’equilibrio gastrico.

Un cibo medicina

Ostacola la fermentazione, riduce i disturbi legati alle esofagite e alle ernie iatali, favorendo il transito del cibo. Contrasta gonfiori alle estremità e problemi circolatori. Verdura tonica in generale migliora le performance di tutti gli organi legati all’apparato digerente. Particolarmente ricco di clorofilla è un alimento spazzino per le tossine ma è anche molto delicato nella sua azione.

Verde o rosso?

Il cicorino è commercializzato in tre tipologie: il Verde, il Rosso e il Verde-rosso. Il verde è quello meno amaro, con le foglie più tenere, più adatto per le preparazioni al forno o per essere cucinato. Il rosso è quello con il sapore più simile al radicchio anche per il tono amaro e si presta meglio a essere consumato crudo, in insalate miste o da solo. Il verde-rosso si caratterizza per l’equilibrio dei sapori e per essere il più croccante dei tre tipi, adatto dunque anche a pinzimoni.  L’Italia è il principale produttore di cicorino biologico, proveniente in particolare da aziende situate nella zona della laguna di Chioggia.

L’idea in più

Da alcuni anni un gruppo di aziende farmaceutiche svizzere, sta studiando la lattucopicrina, una delle sostanze amare del cicorino, per la realizzazione di un medicinale digestivo che possa essere utilizzata anche da chi soffre di ulcere e gastriti.