Brufoli perché? Cosa c’è sotto?

Perché questi fastidiosi brufoli spuntano in viso quanto meno ce lo aspettiamo?

A tutto c’è un perché!

La pelle ha migliaia di piccoli follicoli piliferi, in ognuno dei quali si trova una ghiandola che produce il “sebo”, ossia una sostanza oleosa.

Dal momento in cui la produzione di sebo è abbondante, lo stesso si spinge nel follicolo pilifero e non trovando sbocco, si accumula inglobando particelle di grasso e sporcizia.

Il brufolo sottopelle si ingrossa sempre più, fino ad essere visibile ed esteticamente un problema.

Se invece il follicolo pilifero fosse libero sarebbe in grado di espellere il sebo e non esisterebbe il problema.

A questo punto. Cosa è meglio fare? Lo schiacciamo, lo soffochiamo o cosa?

Esteticamente sarebbe meglio toglierlo per eliminare la protuberanza, in realtà si rischia solo di aumentare i brufoli infettando la zona limitrofa.

I brufoli si formano a causa di disturbi ormonali, di cattive abitudini come una vita sregolata, con l’assunzione di poca acqua, una dieta ricca di grassi, il fumo, l’uso di alcuni cosmetici, l’assunzione di alcuni farmaci, eccetera.

Ci sono poi degli alimenti come il cioccolato, i fritti, il salame che aumentano la secrezione di sebo e la proliferazione di brufoli ma non esiste base scientifica in merito.

I brufoli possono essere dei piccoli punti di colore bianco fino a diventare delle cisti rosse, infiammate e dolorose.

Ecco qualche consiglio per combattere e diminuire la formazione.

1) ALIMENTAZIONE. Alimenti semplici cercando di eliminare il più possibile i grassi e gli alimenti che infiammano. Sono spesso grassi vegetali idrogenati che sono dannosi per la pelle, quindi vanno limitati.

2) Evitare COSMETICI OCCLUSIVI che contengono oli, siliconi e petrolati e nello specifico non lasciano respirare la pelle.

3) la PULIZIA del viso deve essere accurata e profonda attraverso detergenti delicati.

Anche i pennelli utilizzati per il make up devono essere puliti e disinfettati.

4) NON SCHIACCIARE I BRUFOLI altrimenti si infiammano e proliferano sempre di più. Se poi

5) MANI. Ogni volta che vi toccate il viso consigliamo di lavarvi sempre le mani per evitare possibili infezioni qualora il brufolo sia sanguinante.

Di seguito alcuni rimedi naturali che aiutano a combattere il fenomeno.

  • Limone. Purifica la pelle e allo stesso tempo restringe i pori disinfettandoli. Sono sufficienti degli impacchi con il succo direttamente sul brufolo.
  • Senape. Contiene acido salicilico naturale, vitamina c, zinco e omega 3 e 6, elementi che arricchiscono la nostra pelle. Con l’aiuto di un dischetto di cotono massaggiare direttamente sul brufolo.
  • Tea tree oil, un olio antibatterico e antinfiammatorio.
  • L’albume tamponato direttamente sulla parte per mezz’ora. Poi risciacquate.
  • Dentifricio. Con l’aiuto di un cotton- fioc mettetelo sul brufolo per qualche ora.
  • Aglio è molto indicato per combattere l’acne. Basta strofinare metà di uno spicchio sulle zone infiammate per qualche minuto. Lasciatelo agire anche tutta una notte e al mattino lavate bene il viso.

Se il problema persiste oppure è molto importante occorre sentire il parere dello specialista.